Te lo faccio io il regalo. Un Natale da maker

Sono le artigiane e gli artigiani di Etsy, il più grande portale al mondo di handmade: dalle loro mani escono bracciali, orecchini, spille, bigliettini. Lavorano vasetti colorati, brandelli di tessuto, corde. La community italiana è vivacissima e, ha appena raggiunto i tremila membri. Si chiama Etsy Italia Team e lavora a stretto contatto anche con i makers romani. Per Natale le campionesse del “fatto a mano” hanno organizzato una festa, un Craft Party, a Roma Makers, in via Frediani 50, in occasione del Natale.

startupnatale#3

Nel fablab tra Garbatella e Ostiense c’era anche Tania Marta Pezzuolo, che ha una vetrina su Etsy, disegna borse e accessori. In fibra di carbonio «che ho scelto per la leggerezza e la resistenza – spiega – è un materiale che resinato diventa molto brillante». Per Tania «tutto è cominciato con la Maker Faire Rome» quando ha presentato il suo «avvolgicavo in pelle per iPhone. Da lì ho creato accessori fashion» che ha presentato ad una fiera in Bahrein. «Alla Maker Faire Rome ho trovato interessante una ragazza che propone tessuti in sughero e poi Riccardo Marchesi che si occupa invece di tessuti metallici». Una startupper? «Sì, mi considero una startupper. La Maker Faire Rome? Mi ha dato tutto: è stato un fiume di innovazione. C’erano persone che hanno inventato cose anche durante i tre giorni».

Anche per Stefano Varano, animatore di Roma Makers e padrone di casa, la «Maker Faire Rome è stato l’evento dell’anno. Non vedo l’ora che venga ripetuta». Il prossimo anno? «Porteremo avanti i nostri progetti e il rapporto con i makers romani». La startup del 2013? Per Stefano «tutte quelle che puntano su l’innovazione in termini di hardware».

startupnatale#2

Regalerà bracciali trovati su Etsy durante il «black friday, il venerdì successivo alla festa del Ringraziamento, quando anche Etsy fa i saldi» Conny Bijoux. Anche lei ha una vetrina su Etsy e racconta che «il Craft Camp di Etsy Italia di inizio ottobre a Milano è stata una grandissima festa».

etsy#3

Dai gioielli e dalle decorazioni fatte a mano, ai preziosi ipertecnlogici di Makoo, la startup di Federico De Simone che disegna gioielli in base ad un impulso vocale. Vai sul sito registri un breve messaggio, il software analizza ed elabora la voce, estrae alcune caratteristiche dell’onda sonora ed ecco la forma del gioiello, che si stampa in 3D. Il team (oltre a De Simone, ci sono Giulio Galassi e Dario De Angelis) è arrivato terzo a InnovActionLab, ha partecipato alla Web Summit di Dublino e ora è in accelerazione a Treviso, a H-Farm.

etsy#2

«Siamo arrivati alla creazione della nostra piattaforma – ha raccontato Federico De Simone, ceo e founder del progetto – nel 2014 a gennaio sarà pronta la versione privata. Poi, dopo la Befana, costituiremo la nostra società». Il loro primo modello sarà «un anello» annuncia con orgoglio. «Il 2013? E’ stato fantastico è nato il nostro progetto e abbiamo partecipato a InnovAction Lab». Sulla startup dell’anno De Simone punta su Desall, una piattaforma di crowdsourcing che, attraverso concorsi di progettazione, connette aziende e privati con una comunità mondiale di talenti creativi. «Ma anche Qurami, Le Cicogne e Atooma mi piacciono molto». InnovAction Lab è stato per Federico «l’evento dell’anno», e poi «la Maker Faire di Roma e Web Summit a Dublino». Il premio all’innovatore dell’anno va ad «Augusto Coppola» il founder di InnovAction Lab «perché sta portando avanti un’iniziativa che permette davvero ai ragazzi di trovare una strada».

etsy#1

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>